• MAN eTGX per il trasporto a lunga distanza, MAN eTGS per la distribuzione
  • Autonomie giornaliere da 600 a 800 km, in seguito fino a 1.000 km
  • Elevate capacità di ricarica con gli standard MCS (750 kW) e CCS (375 kW) con posizionamento variabile della porta di ricarica
  • Tecnologia delle batterie sviluppata da MAN specificamente per i veicoli commerciali, prodotta in Germania
  • Tre, quattro, cinque o sei pacchi batteria posizionabili in modo modulare per una flessibilità ottimale di utilizzo e di montaggio della carrozzeria
  • Il concetto di batteria modulare offre una variazione del carico utile fino a 2,4 tonnellate, a seconda dell’attività di trasporto e dell’autonomia richiesta.
  • Numerose varianti di motrice e di telaio anche con interassi molto ridotti a partire da 3.750 mm per tutte le più comuni combinazioni di rimorchi e carrozzerie
  • Motrici e telai per semirimorchi di volume franco fabbrica per trasporti fino a tre metri di altezza interna
  • MAN eMobility Consulting, dalla consulenza per le flotte all’installazione di infrastrutture di ricarica, fino agli strumenti digitali per l’analisi dell’impiego e la pianificazione dei percorsi, basati sulla pluriennale esperienza con l’eBus e l’eVan.

MAN Truck & Bus ha avviato le vendite del primo autocarro elettrico per carichi pesanti della sua storia aziendale, segnando un’altra pietra miliare nella decarbonizzazione del trasporto merci. Sono già stati effettuati 600 ordini. Le prime 200 unità saranno consegnate a clienti selezionati già nel 2024, prima che la produzione presso lo stabilimento MAN di Monaco di Baviera inizi in numero maggiore a partire dal 2025, quando gli ordini aumenteranno.

Con l’eMobility Center, circa due anni fa MAN ha posto la prima pietra per lo sviluppo dei nuovi autocarri elettrici ad alto volume MAN eTGX e MAN eTGS presso lo stabilimento di Monaco e ha investito molto nei preparativi per la produzione mista di autocarri diesel ed elettrici. Da allora sono stati costruiti 50 prototipi e circa 4.000 dipendenti della produzione e delle vendite sono stati formati per il passaggio alla mobilità elettrica. Presso lo stabilimento MAN di Norimberga, MAN sta investendo circa 100 milioni di euro per avviare la produzione di batterie.

MAN Transport Solutions sta guidando la trasformazione verso il trasporto su autocarri elettrici con un focus su azionamenti elettrici adatti a vari settori. Il team di 360 Degree eMobility Consulting fornisce consulenza completa, inclusa la selezione di veicoli, l’ottimizzazione dei costi e delle flotte, nonché la consulenza sull’infrastruttura di ricarica. Strumenti digitali come MAN eReadyCheck e MAN eManager aiutano i clienti a pianificare percorsi e monitorare lo stato di ricarica. MAN, insieme a Daimler Truck e Volvo, sta collaborando per creare 1.700 punti di ricarica in Europa. Inoltre, offrono soluzioni di infrastrutture di ricarica in partnership con aziende come ABB, Heliox e SBRS.

I nuovi MAN eTGX e MAN eTGS offrono notevole flessibilità nelle configurazioni delle batterie, con sei pacchi installabili per un’autonomia di 600-800 chilometri. Le batterie, prodotte su larga scala dal 2025, presentano chimica NMC e gestione della temperatura avanzate per elevata densità energetica, design compatto e ricarica rapida. Il concetto di batteria modulare consente configurazioni ottimali riducendo il peso del veicolo fino a 2,4 tonnellate, migliorando il carico utile.

MAN offre lo standard CCS fino a 375 kW e introduce il MCS fino a 750 kW, espandibile a oltre un megawatt in futuro, garantendo massima flessibilità con diverse opzioni di posizionamento dei punti di ricarica nei depositi. Il sistema di gestione delle batterie MAN assicura prestazioni ottimali monitorando costantemente lo stato delle batterie durante guida e ricarica.

L’architettura modulare delle batterie nei MAN eTGX e MAN eTGS li rende ideali per adattarsi alle esigenze della carrozzeria. Grazie al posizionamento flessibile delle batterie, si possono creare spazi liberi a sinistra o a destra del telaio per pompe ad alte prestazioni, attrezzature di stivaggio, stabilizzatori per gru e altri componenti con maggiore fabbisogno di spazio. L’installazione standard di due batterie sotto la cabina garantisce una distribuzione favorevole dei pesi.

L’unità motrice centrale, posizionata al centro del telaio, include il motore elettrico sincrono, l’inverter per la conversione della corrente, e la trasmissione a 2 o 4 velocità. Con potenze da 254 kW a 400 kW e coppie massime fino a 1.250 Nm, il motore può essere utilizzato come generatore durante sorpassi e frenate, convertendo l’energia cinetica in elettricità e ricaricando le batterie. La massima potenza di recupero è paragonabile a quella dei freni di fine corsa dei motori diesel ad alte prestazioni. Il cambio automatico della trasmissione favorisce il miglior recupero possibile con l’aumento dei regimi del motore.

FONTE: https://www.man4you.it/inizia-la-vendita-del-nuovo-man-etruck/